Il sito web utilizza i cookie, anche di terzi, per aiutare a migliorare i servizi, e le informazioni ai suoi lettori.
Per ulteriori informazioni sui cookies e su come vengono utilizzati, consultare la nostra pagina di informazioni sui cookies.
Se chiudi questo banner, scorri o clicchi la pagina su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali.

Scritto da Riccardo
Visite: 428
img virus alert
Virus
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Punteggio 5.00 (4 Voti)

In Italia è in crescita il numero dei PC infettati dal ransomware TeslaCrypt e dalle sue varianti. L'infezione arriva di solito con la solita mail il cui mittente è apparentemente una persona conosciuta presente nei nostri contatti; il testo del messaggio al momento risulterebbe vuoto, ma potrebbe cambiare il modus operandi dei criminali informatici, mentre è sempre presente un allegato in formato compresso ".zip" con un riferimento a fatture e/o note di credito varie.
Aperto l'allegato si trova un file in javascript che una volta cliccato scarica da un server remoto il malware e lo manda in esecuzione sul PC; TeslaCrypt si comporta come tutti i ransomware; codifica tutti i file personali utilizzando un algoritmo e generando due chiavi in modo dinamico.

teslacrypt

 

TeslaCrypt, come detto, ha molte varianti: la versione precedente cifrava i file usando estensioni come ".ecc, .ezz, .exx, .xyz, .zzz, .aaa, .abc,, .ccc, .vvv", inoltre utilizzava la chiave di cifratura AES memorizzata nel file cifrato; questa variante ha  delle vulnerabilità che permettono la decodifica dei file compromessi. Quindi se i vostri file hanno acquisito una di queste estensioni dopo l'infezione possiamo ricorrere ad alcuni software per il recupero dei dati compromessi ( http://download.bleepingcomputer.com/BloodDolly/TeslaDecoder.zip - https://github.com/vrtadmin/TeslaDecrypt). E' indispensabile tenere presente che nel PC dovrà necessariamente essere ancora presente un file chiamato key.dat, in tale file il ransomware TeslaCrypt conserva diverse informazioni usate per la codifica dei file ed essenziali per l'attività di decodifica.

L'ultima variante di TeslaCrypt invece cifra i file usando ".xxx, .ttt, .micro" ed usa come algoritmo RSA 4096 bit ed al momento non si è trovata una cura gratuita per decifrare i file. Se vi ritrovate i vostri file con queste estensioni potete rivolgervi solo a servizi esterni a pagamento tipo meggiatolab

Leggi tutto...

Scritto da Riccardo
Visite: 335
img firefox
Logo Firefox
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Punteggio 5.00 (1 Voto)

Mozilla ha rilasciato a dicembre 2015 la versione a 64 bit del suo popolare browser di navigazione per i Sistemi Operativi Windows e Linux (per OS X al momento non è disponibile). La versione che però viene installata di default è la versione a 32 bit, quindi se avete il vostro Sistema Operativo a 64 bit è consigliabile scaricare la versione appropriata di firefox 64 bit (qui il link al download ufficiale).

Utilizzare la versione a 64 bit di Firefox è infatti consigliata per tutti coloro che hanno l'architettura del proprio processore all'interno del pc a 64 bit, oltre naturalmente ad avere a 64 bit anche la versione del Sistema Operativo, in modo da avere un browser sicuramente più performante, più sicuro e che sfrutti al massimo l'architettura a 64 bit.firefox 64bit

Leggi tutto...

Scritto da Riccardo
Visite: 333
img logo FB
Logo Facebook
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Punteggio 5.00 (1 Voto)

Una nuova campagna di spam sta colpendo di recente gli utenti di Facebook; le false mail sono graficamente e strutturalmente molto simili alle comunicazioni che ogni tanto arrivano dal Social Network, ingannano la vittima convinta di aver ricevuto un messaggio vocale da Facebook.

fb spamL'oggetto del messaggio, spesso in inglese ma potrebbe essere anche localizzato in italiano, utilizza una sintassi del tipo:

  • You have obtained a voice notification xgod
  • An audio memo was missed. Ydkpda
  • A brief audio recording has been delivered! Jsvk
  • A short vocal recording was obtained npulf
  • A sound announcement has been received sqdw
  • You have a video announcement. Eom
  • A brief video note got delivered. Atjvqw
  • You’ve recently got a vocal message. Yop

Leggi tutto...

Scritto da Riccardo
Visite: 433
img login
Windows 7 Login
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Punteggio 4.50 (1 Voto)

Stanco di vedere la solita immagine all'avvio di Windows? Ecco qualche piccolo trucco per cambiare il look alla schermata di avvio di Windows.
La procedura non è uguale per tutti i sistemi operativi presenti al momento (windows 7 - Windows 8 - windows 10), quindi per prima cosa individuate il vostro Sistema Operativo.

WINDOWS 7
Con il sistema Windows 7 la modifica della Schermata di avvio non è implementata in modo semplice come per le altre 2 versioni ma è comunque possibile la personalizzazione con 2 metodi diversi; con il primo si interviene  modificando una voce nel file di registro di Windows senza utilizzare software di terze parti. Ricorda però che modificare il Registro di Configurazione è sempre un'operazione delicata, se non sei molto pratico usa il secondo metodo, il secondo utilizza un piccolo programmino gratuito e può essere utilizzata da chiunque.

Leggi tutto...