Il sito web utilizza i cookie, anche di terzi, per aiutare a migliorare i servizi, e le informazioni ai suoi lettori.
Per ulteriori informazioni sui cookies e su come vengono utilizzati, consultare la nostra pagina di informazioni su Privacy Policy.
Se chiudi questo banner, scorri o clicchi la pagina su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali.

Adobe ed i fix da pagare...

Scritto da Riccardo
Visite: 712
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Punteggio 0.00 (0 Voti)

adobe photoshopE' di questi giorni la scoperta di alcune vulnerabilità presenti in Photoshop ed Illustrator (programmi ad uso professionale prodotti da Adobe) come riconosciuto anche dalla stessa casa produttrice che si è subito prodigata a chiudere le falle di sicurezza con dei fix. L'azienda però non ha messo a disposizione gli aggiornamenti critici a titolo gratuito,

ma considerandoli come "upgrade a pagamento" chiede $99 per Adobe Flash Professional, $199 dollari per Adobe Photoshop CS5.5, e $ 249 per Adobe Illustrator CS5.5; solo l'aggiornamento per Adobe Shockwave Player è gratuito.Adobe ha motivato questa sua scelta affermando che i software in questione non risultano (al momento) obiettivi per i cyber-criminali e gli aggiornamenti sono discrezionali per gli utenti, non obbligatori. L'osservazione più naturale è che la correzione di bug presenti in un software che possono dare problemi di sicurezza DEVONO essere forniti gratuitamente in quanto l'utente ha comprato quel software già bacato ed è l'azienda fornitrice che si deve attivare a titolo gratuito per la correzione, discorso diverso se invece l'upgrade prevede solo ad aggiungere nuove funzionalità e migliorie nel software non legati ad un discorso di sicurezza.

 

Aggiungi commento

I commenti sono moderati, ogni abuso verrà immediatamente cancellato!

Codice di sicurezza
Aggiorna